rotate-mobile
Cronaca Lumezzane

Morti nello schianto, il giorno dell'addio: non ci sono più dubbi sulla dinamica

Due funerali in poche ore

E' il giorno del dolore per tutta la Valtrompia, che piange due suoi giovanissimi figli: Marco Rossi, 30 anni, e Giorgio Botti, appena 18enne, morti nel tremendo schianto di giovedì notte a Lumezzane. Insieme a loro altri due amici, entrambi ricoverati in ospedale (a Brescia e Verona) ma che sarebbero ormai fuori pericolo. Appare ormai chiara la dinamica dell'incidente: Marco Rossi era alla guida della Renault Clio di cui poi ha perso il controllo, forse per la velocità eccessiva e l'asfalto bagnato. 

La vettura sarebbe riuscita ad evitare una gazzella dei carabinieri che viaggiava in direzione opposta, ma tempo poche decine di metri e si è schiantata contro un muro, dove c'erano delle tubature del gas: queste avrebbe provocato l'incendio in cui il 30enne alla guida è morto sul colpo, e il 18enne Giorgio Botti in ospedale per le gravi ustioni e ferite riportate. Indagini chiuse.

I funerali di Marco e Giorgio

I funerali dei due ragazzi sono in programma lunedì pomeriggio. Marco Rossi verrà ricordato alle 15 nella chiesa parrocchiale di Cogozzo, Villa Carcina: lo piangono la madre Giusy con il compagno Carmelo, le sorelle Ramona con Davide, Erika con Gabriel, la fidanzata Melssa con Mariella e Massimo. 

Il funerale di Giorgio Botti verrà invece celebrato lunedì alle 17 nella sua abitazione, a Valle di Sarezzo, in forma civile: la salma proseguirà poi per il tempio crematorio. Lascia nel dolore la madre Cristina, la sorella Veronica, i nonni, gli zii e i cugini: cinque anni fa aveva perso il padre Diego, morto in un tragico infortunio sul lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morti nello schianto, il giorno dell'addio: non ci sono più dubbi sulla dinamica

BresciaToday è in caricamento