Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca Ceto

Precipita per 200 metri sotto gli occhi degli amici: era il papà di due ragazzi

Il terribile incidente nel pomeriggio

Un escursionista di 66 anni ha perso la vita mercoledì pomeriggio sul Pizzo Badile camuno, in territorio di Ceto: la vittima è Marco Cirelli di Gussago. Secondo quanto ricostruito dai soccorritori intervenuti, Cirelli stava scendendo con altri amici dalla cima, nella zona del bivacco Fasa, quando è scivolato dal sentiero ed è precipitato per oltre 200 metri in un canale impervio. Chi era con lui, seppure sotto shock, ha dato l’allarme al 112 intorno alle 15.

L’incidente

La centrale operativa ha attivato i tecnici delle stazioni di Breno e Media Valle Camonica del Cnsas, il Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico, insieme al Sagf, il Soccorso alpino Guardia di Finanza. Le squadre sono salite a piedi, per circa un’ora e mezza: non facili le operazioni, nel pieno di nebbia e pioggia, circostanze che hanno impedito l’utilizzo dell’elicottero. Altra difficoltà: in zona la linea telefonica non prende, impossibile individuare il disperso con le celle o il gps.

Chi era la vittima

È stato infine individuato prima di sera: all’arrivo dei soccorsi era già morto. La salma è stata recuperata e riportata a valle, a disposizione dell’autorità giudiziaria: i rilievi sono stati affidati ai Carabinieri di Breno. Marco Cirelli si era appassionato alla montagna negli ultimi anni: residente a Gussago, lavorava per un’azienda di Roncadelle. Lascia nel dolore due giovani figli: Andrea e Daniele.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Precipita per 200 metri sotto gli occhi degli amici: era il papà di due ragazzi
BresciaToday è in caricamento