Giallo di Marcheno: trovata l'auto del dipendente scomparso

Il Suzuki Vitara di Ghirardini è stato trovato nella notte di venerdì a cinque chilometri dal Passo del Tonale, in località Tonalina

Giuseppe Ghirardini

È stata trovata l’auto di Giuseppe Ghirardini, operaio 50enne che lavora nella fonderia Bozzoli di Marcheno scomparso mercoledì. Gli inquirenti l’hanno rinvenuta nella notte di venerdì a cinque chilometri dal Passo del Tonale, in località Tonalina.

La Suzuki Vitara dell’operaio, appena parcheggiata dentro la boscaglia, era stata notata da un residente nella giornata di mercoledì. Giovedì sera l’uomo, sentendo in televisione che gli investigatori cercavano un fuoristrada dello stesso tipo, ha allertato i carabinieri. La vettura, dopo gli accertamenti della scientifica, è stata portata al comando provinciale dei carabinieri di Brescia dove saranno ultimate le analisi.

Non si sa che fine ha fatto l’operaio. L’unica cosa certa è la sua scomparsa, nel pieno delle indagini sulla sparizione del titolare dell’azienda, Mario Bozzoli. Ghirardini, infatti, era uno dei tre operai presenti in azienda al momento della scomparsa dell’imprenditore. Proprio nella giornata di mercoledì i militari lo avrebbero dovuto sentire nuovamente, per la prima volta come persona informata sui fatti.

La famiglia dell'operaio ha lanciato un appello. «Torna a casa Giuseppe, torna a casa», ha dichiarato la cugina del 50enne scomparso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Ragazzino in ospedale col femore rotto: «È stato il padre di un mio coetaneo»

  • Svolta per entrare in azienda e viene centrato da un'auto: addio a camionista 48enne

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Focolaio colpisce alcune famiglie in paese: decine di contagi

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento