Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Imprenditore scomparso: il giallo dei documenti distrutti in ufficio

La trasmissione Chi l’ha Visto di Rai Tre rivela nuovi particolari sulla scomparsa dell’imprenditore bresciano Mario Bozzoli, di cui non si hanno notizia da una settimana. Oltre al cellulare staccato (apposta) anche un video clamoroso

Le ricerche continuano, le indagini pure. S’indaga sulla scomparsa dell’imprenditore bresciano Mario Bozzoli, 50enne di Marcheno, titolare insieme al fratello della fonderia di famiglia. Scomparso da giovedì sera: era atteso a Soiano, sul Garda, per una cena, aveva appena avvisato la moglie, intorno alle 19. E invece la sua auto è rimasta ferma, nel parcheggio della fonderia. Lui è stato visto entrare, forse uscire: ma poi più nessuna traccia.

Sono due le novità più clamorose a margine delle indagini, a cui collaborano anche i Ris di Parma. Il cellulare di Bozzoli: ha funzionato fino alle 19 e qualche minuto, fino a quando non ha telefonato alla moglie per avvisarla di un lieve ritardo. Poi si è spento, o è stato spento: probabilmente con la batteria staccata, o addirittura rotto. Fatto sta che non ha più lasciato alcun segnale, e nessuna posizione: l’ultima registrazione risale proprio a Marcheno, nei pressi della fonderia.

Si cerca comunque un corpo, e non un uomo vivo. Tra le ipotesi ancora macabre ma ad oggi mai del tutto smentite anche quella che Mario Bozzoli sia stato gettato in un forno di fonderia, e bruciato a 1000 gradi centigradi. L’azienda è stata posta sotto sequestro, su suggerimento dell’avvocato di famiglia, Patrizia Scalvi. Mercoledì e giovedì intanto le ricerche all’aria aperta non si sono fermate, lungo il Mella e in direzione di Lodrino.

Seconda novità, annunciata in serata anche dalla trasmissione ‘Chi l’ha Visto’. Le telecamere di Rai Tre hanno mostrato una scena ad oggi inedita, girata pochi minuti prima che i Carabinieri intervenissero in fabbrica. Il video dura pochi attimi, pochi secondi: ma si nota chiaramente che un uomo – indossava una felpa chiara, forse bianca – è impegnato in fretta e furia in un ufficio.

Sta rovistando tra i documenti, ne prende qualcuno tra le mani, sembra distruggerne altri. Immagini che pongono in essere nuovi e inquietanti interrogativi, su quello che ormai è un giallo a tutti gli effetti. Su Chi l’ha Visto anche la testimonianza dell’ultima persona che avrebbe visto Bozzoli, un suo dipendente: l’ha visto entrare in azienda, alle 20 la sua auto era ancora nel parcheggio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditore scomparso: il giallo dei documenti distrutti in ufficio

BresciaToday è in caricamento