Separati in fabbrica: "Violenta lite col nipote prima della scomparsa"

Dalle indagini sulla scomparsa dell’imprenditore Mario Bozzoli emergono nuovi e inquietanti scenari: un acceso diverbio che sarebbe sfociato in una rissa, e poi la notizia della separazione in azienda con il fratello Adelio

Mario Bozzoli

Nuovi e inquietanti scenari: il giallo di Marcheno potrebbe essere ad una svolta. Una notizia che in qualche modo confermerebbe i timori della moglie di Mario Bozzoli, l’imprenditore scomparso ormai da quasi tre settimane. Proprio Irene Zubani aveva denunciato la situazione tesa, la paura di Mario per l’incolumità dei figli, perfino il timore che qualcuno in famiglia potesse sottrargli guadagni e potere.

Imprenditore scomparso: il lavori alla nuova ditta
del fratello procedono veloci

Ci sarebbe stato un litigio violento. Come riporta BresciaOggi, Bozzoli e suo nipote – forse lo stesso che strappava documenti in azienda, poi beccato dai Carabinieri – sarebbero venuti alle mani nel corso di una lite. Sono soltanto voci, per ora: spetta agli inquirenti stabilire quanto sia vero e quanto no. Uno scontro fisico e verbale che in circostanze come queste non può che assumere connotati sospetti.

Pare che al diverbio abbiano assistito anche alcuni dipendenti, saranno tutti interrogati: e se tra di loro ci fosse stato anche Giuseppe Ghirardini, l’operaio di 50 anni trovato senza vita ai piedi del Passo Crocedomini? Una tensione familiare che in qualche modo si sarebbe specchiata anche sul futuro stabilimento di Bedizzole.

Un impianto ancora in costruzione, a cui mancherebbero alcune autorizzazioni comunali per completare la realizzazione dei forni da fonderia. Ma ormai è ufficiale: l’intenzione del fratello Adelio e dei figli era quella di ‘separare’ la Bozzoli, a Bedizzole sarebbe dovuta nascere una nuova società. A Marcheno intanto è sempre dal forno che si aspettano risposte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

Torna su
BresciaToday è in caricamento