I carabinieri entrano nel bar, ingoia la cocaina per non farsi beccare

Alla vista dei militari ha cercato di nascondere la droga ingoiandola: ha poi tentato la fuga, scalciando e colpendo i Carabinieri sulla porta. Ma gli è andata male: in casa nascondeva altra cocaina

Alcuni loschi frequentatori del bar erano da tempo nel mirino delle forze dell’ordine: occhi puntati, in particolare, sul pusher di 32 anni che al termine del blitz di domenica sera è stato effettivamente arrestato. Alla vista dei militari ha però cercato di ingoiare la droga, per nasconderla, e ha poi aggredito due Carabinieri colpendoli con calci e pugni, nel tentativo di scappare.

E’ successo a Marcheno, in un locale alla periferia del paese: in manette un albanese di 32 anni. Non appena gli uomini dell’Arma hanno varcato la soglia, il pusher ha ingoiato due buste di cocaina. Ha poi cercato di scappare, ma è stato bloccato sulla porta e non senza resistenza.

Accompagnato in ospedale, sottoposto a lavanda gastrica per scongiurare il rischio di overdose. In stato di fermo, pronto per la perquisizione in casa, dove nascondeva altra cocaina, soldi in contanti e materiali per il confezionamento delle dose. Due i militari contusi, con una prognosi di 4 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento