menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Manuela Previtali (Fonte: Facebook)

Manuela Previtali (Fonte: Facebook)

Malore improvviso mentre lavora, muore mamma di due bambini

Manuela Previtali si è spenta domenica in un letto d'ospedale. Giovedì mattina era stata colta da un malore mentre lavorava nell'ufficio postale che dirigeva. Lascia due figli piccoli

Un malore brutale che l'ha colta di sorpresa, strappandola per sempre all'affetto del marito e dei suoi piccoli. Manuela Previtali si è spenta in un letto dell'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, a soli 34 anni.

Si era sentita male all'improvviso, lo scorso giovedì mattina, mentre lavorava all'ufficio postale di Ranzanico, che dirigeva. Avrebbe accusato un forte mal di testa, poi si sarebbe accasciata, perdendo i sensi.

Rianimata dal sindaco

Immediati i soccorsi: prima dell'arrivo sul posto dei sanitari del 118, a rianimare la 34enne ci avrebbe pensato il sindaco del paese - la sede del comune bergamasco si trova proprio sopra la Posta - Renato Freri. Il primo cittadino ha fatto di tutto per far ripartire il suo cuore, usando il defibrillatore semiautomatico.

Manuela è poi stata trasportata d'urgenza all'ospedale di Bergamo e sottoposta ad un delicato intervento chirurgico: per tre giorni ha lottato tra la vita e la morte, mentre i medici cercavano disperatamente di salvarla e ridurre l'emorragia celebrale.

La corsa in ospedale e l'operazione

Tutto inutile, purtroppo: la 34enne, che abitava a Endine, si è spenta domenica mattina, lasciando nel dolore il marito Nicola, due figli piccoli -Anna di un anno e mezzo e Alessio di quattro - i genitori, la sorella Michela e il fratello Roberto, ex calciatore professionista (ha vestito la maglia dell’AlbinoLeffe ora in forza alla squadra bresciana del Cazzago-Bornato. 

"Voglio ricordarti così,  con il tuo sorriso felice e sereno" ha scritto proprio il fratello della giovane donna su Facebook. Molto conosciuta sia a Ranzanico, suo paese natale, che ad Endine, Manuela viene ricordata per la sua bontà e il suo altruismo. Una generosità che neanche la morte ha saputo fermare: i familiari hanno acconsentito all’espianto degli organi della giovane donna, che potranno così salvare altre vite.

La salma si trova all’ospedale di Bergamo e farà ritorno a casa forse già lunedì sera. L’ultimo saluto sarà probabilmente celebrato mercoledì pomeriggio ad Endine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento