rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Calvisano

Raccolta fondi per aiutare la mamma di Manuela, morta sotto un treno

Una raccolta fondi spontanea per affrontare future spese e difficoltà. Rimasta sola dopo la morte tremenda della figlia 18enne, travolta da un treno merci in stazione a Brescia. Il 4 dicembre uno psicologo dai compagni di scuola

Una raccolta fondi spontanea per aiutare la mamma di Manuela ad affrontare future spese e difficoltà. L’ultimo e postumo regalo che amici, conoscenti e insegnanti vogliono lasciare in memoria della 18enne di Calvisano morta lo scorso venerdì sui binari della stazione di Brescia, travolta da un treno in transito.

Proprio martedì pomeriggio è stata aperta al pubblico la camera ardente allestita all’obitorio dell’ospedale Civile, dove la giovane è stata trasportata proprio a seguito dell’incidente. Domenica nel campo da rugby dove lei ha giocato per anni è stato invece osservato un minuto di silenzio.

La ricordano a scuola, all’istituto Capirola di Leno, dove frequentava l’ultimo anno del corso per operatore sociosanitario. Anche la preside, Ermelina Ravelli, ha raggiunto la stazione e quel binario maledetto, per posare una rosa e un biglietto ricordo.

Le sue foto sorridenti intanto hanno fatto il giro della rete. Il 4 dicembre prossimo intanto, per aiutare i suoi giovani compagni di scuola a superare un lutto tremendo, al Capirola sarà presente lo psicologo Antonio Piotti, esperto del gruppo di Gustavo Pietropolli Charmet che, ormai da decenni, collabora per la scuola della Bassa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta fondi per aiutare la mamma di Manuela, morta sotto un treno

BresciaToday è in caricamento