Cronaca

Litiga col fidanzato: ragazza si taglia le vene durante la videochiamata

Al culmine di una discussione virtuale, la ragazza si è tagliata le vene davanti alla webcam. È stato il fidanzato ad allertare i soccorsi, prima che fosse troppo tardi.

Una ragazza di soli 26 anni ha tentato di togliersi la vita dopo un'accesa discussione con il fidanzato: è successo nel Mantovano. Una tragedia per fortuna soltanto sfiorata: la provvidenziale chiamata al numero unico per le emergenze, fatta proprio dal suo ragazzo, e il tempestivo intervento della Polizia e dei sanitari ha evitato il peggio. La giovane è stata soccorsa appena in tempo: trasportata d'urgenza in ospedale, non sarebbe in pericolo di vita. 

Il drammatico gesto, pare, al termine di una discussione con il fidanzato che abita in Veneto e che la 26enne non vedeva da tempo, a causa delle limitazioni agli spostamenti per l'epidemia di coronavirus. Stando a quanto raccontato dal giovane alla Polizia, la ragazza avrebbe perso la testa durante una videochiamata: accecata dalla gelosia, avrebbe lasciato il computer per dirigersi in cucina e afferrare un coltello. Una volta tornata davanti alla webcam avrebbe affondato la lama nel polso, recidendosi le vene proprio davanti al fidanzato.

Nonostante il forte shock, il giovane uomo ha immediatamente allertato i soccorsi e fornito tutte le indicazioni necessarie affinché i sanitari del 118 e i poliziotti arrivassero velocemente all'abitazione della 26enne. Raggiunta e soccorsa in tempo, per fortuna: la ragazza è stata trasferita in ospedale e ricoverata per le cure del caso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litiga col fidanzato: ragazza si taglia le vene durante la videochiamata

BresciaToday è in caricamento