Cronaca

In strada c'è un pitone reale di 1 metro e mezzo: tutti lo vogliono

L'affidataria giudiziaria: "Ho ricevuto 20 telefonate"

Quattro persone sono arrivate al centro di recupero della fauna selvatica "Loghino Bosco" di San Silvestro a Curtatone (Mn), per reclamare il pitone reale di un metro e mezzo trovato giovedì mattina tra via Pilla e via Cremona, al confine tra Mantova e Curtatone. Nessuno di loro ha potuto mostrare i documenti necessari. Di conseguenza, il serpente rimane sotto tutela dell'affidataria giudiziaria Stefania Savazzi.

“Ho ricevuto una ventina di telefonate per l’adozione dell’esemplare, ma non posso fare niente – ha dichiarato all'Ansa la responsabile del centro –. Io sono solo affidataria giudiziaria del pitone perché c’è un’indagine aperta dei carabinieri forestali. Toccherà a loro esaminare la documentazione che eventualmente qualcuno presenterà per reclamare la proprietà dell’animale”. 

Anche sui social alcuni utenti hanno rivendicato il serpente subito dopo il ritrovamento, ma, per riaverlo, serve la documentazione necessaria e l'approvazione delle autorità competenti.

Il ritrovamento

Giovedì mattina, alle 11.30, i Vigili del Fuoco sono intervenuti per recuperare un pitone reale di 1,5 metri. Subito era stata informata la Polizia Ambientale, che ha richiesto l'intervento di un ente specializzato. L'allarme era stato dato da un dipendente dell'azienda Mantova Calcestruzzi, che ha avvistato il serpente tra via Pilla e via Cremona a Mantova.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In strada c'è un pitone reale di 1 metro e mezzo: tutti lo vogliono
BresciaToday è in caricamento