Cronaca

Addetta della coop sequestrata dai profughi: "Non ci danno da mangiare"

Sul posto i carabinieri di Castiglione delle Stiviere e Goito (foto d’archivio)

Quattro richiedenti asilo sono stati arrestati lunedì a Goito, nell’Alto Mantovano, con l’accusa di sequestro di persona in concorso. Stando a quanto ricostruito finora, i profughi avrebbero trattenuto una collaboratrice della cooperativa Olinda (la struttura ospitante) all'interno dello stabile, per protestare contro la loro condizione.

Stando alle loro accuse, non veniva loro corrisposto il sussidio economico giornaliero, ma neppure bevande e viveri come previsto dalla legge: “Non ci danno nemmeno da mangiare”, avrebbero inoltre riferito ai carabinieri.

In manette sono finiti due giovani provenienti dal Ghana e due da Camerun e Costa d’Avorio. Presso la cooperativa Olinda sono intervenuti i militari di Goito e di Castiglione delle Stiviere, che hanno liberato la donna e arrestato i quattro migranti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addetta della coop sequestrata dai profughi: "Non ci danno da mangiare"

BresciaToday è in caricamento