Manifestazione nazionale Indexpoint 25 Marzo 2013

Per il 25 Marzo 2013 è stata indetta una nuova Manifestazione di tutti gli Indexpoint d'Italia raggirati dalla Index Europea.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

index-2E' stata fissata per il 25 Marzo 2013 la nuova maniestazione di tutti gli Indexpoint d'Italia raggirati dalla Index Europea, davanti al Tribunale di Bergamo, in Via Borfuro 11 alle ore 10: verrà fatta solo se aderiranno almeno 50 persone che hanno firmato il contratto, in quanto non si può come successo nelle precedenti Manifestazioni fare arrivare gente da oltre 1000 Km per essere poi in pochi.

Per chi ha firmato il contratto potrà aderire dando conferma attraverso la nostra pagina web e compilando il form che vedete. Gli altri che ci vogliono sostenere possono aderire direttamente attraverso l'evento creato su Facebook qui.

Dieci giorni prima della Manifestazione sarà comunicato a quelli che hanno dato il consenso se la Manifestazione avrà luogo oppure no, anche perchè dobbiamo avvertire per tempo la Prefettura comunicando il giorno della Manifestazione e indicare più o meno quanti saranno i partecipanti. Cercate di aderire più possibile in quanto i Giudici del Tribunale di Bergamo a tutt'oggi non hanno preso provvediamenti verso la Index Europea in merito ai Contratti Progetto Indexpoint, e nella precedente Manifestazione ci era stato detto che il Presidente del Tribunale ci avrebbe ricevuto su appuntamento, ma ci hanno preso in giro in quanto non ci ha mai ricevuto.

Stiamo divulgando la notizia con quasi 2 mesi di anticipo per dare tempo a tutti di organizzarsi e venire, visto che ci contatta moltissima gente da tutta italia è ora di farci sentire veramente, non si può continuare solo a scrivere su Internet e nessuno prende provvedimenti.

Prima di concludere vogliamo far presente che la Index Europea ha il vizio di denunciare sempre tutti dichiarando che quello che raccontiamo non è la verità; t
empo fa abbiamo ricevuto un documento che attesta l'archiviazione di un procedimento Penale richiesto dalla Index Europea verso un utente. Una nota molto importante di questo atto, sta nelle motivazioni di archiviazione date da un Giudice di Bergamo e che vi riportiamo qui sotto uno stralcio:

A prescindere dalle questioni in tema di competenza territoriale, occorre considerare che, come evidenziato nella richiesta di archiviazione, la persona offesa (Caliandro Gabriele) è stata oggetto di numerosi procedimenti penali, all'esito dei quali, sebbene siano state escluse le ipotesi delittuosa di truffa e frode in commercio, sono stati evidenziati numerosi disservizi in relazione alle prestazioni erogate dalle società riconducibili al querelante - INDEX EUROPEA S.P.A., di cui CALIANDRO è amministratore unico e INDEXCOM Srl. di cui è presidente - che rendono legittimo un confronto dei fruitori dei servizi in ordine degli stessi.

E' evidente per cui che ci sono stati e ci sono tutt'oggi disservizi, ma la cosa ancora più grave che hanno continuato a fare Contratti pur sapendo di queste problematiche e sono arrivati addirittura come documentato precedentemente a simulare un reato di estorsione verso Mulè Michele, di cui si è ancora in attesa di Giudizio da parte della Procura di Bergamo e che alcune testate giornalistiche hanno pubblicato come estorsore ma non hanno dato la possibilità di replica per dimostrare la verità, anche se gli sono state inviate numerose email con prove di come sono avvenuti i fatti realmente, tra queste testate c'è L'Ansa.

COMITATO AZIONE LEGALE INDEXPOINT

Torna su
BresciaToday è in caricamento