Mangimi da rifiuti speciali: animali nutriti con gli scarti delle industrie dolciarie

Perquisite 17 aziende, di cui una nel Bresciano, sequestrate otto tonnellate di materie prime per mangimi non conformi

Foto d'archivio

Rifiuti speciali, ma non pericolosi, provenienti da industrie dolciarie e della panificazione del Nord Italia che finivano nel mangime destinato agli animali degli allevamenti. È il traffico illecito portato alla luce dai carabinieri forestali di Reggio Emilia che, nelle scorse ore, hanno perquisito ben 17 aziende - una si trova nel Basso Garda - e sequestrato otto tonnellate di materie prime per mangimi non conformi, due autocarri privi della necessaria autorizzazione al trasporto di rifiuti, oltre a varia documentazione contabile e informatica. 

L’operazione Dolce Amaro ha toccato le province di Reggio, Milano, Brescia, Trieste, Udine, Venezia, Treviso, Torino, Cremona e Mantova. Tre aziende reggiane avrebbero fraudolentemente ritirato scarti di industrie dolciarie e della panificazione del Nord Italia per poi immetterli, tramite articolati raggiri documentali, nel mercato della zootecnia. I rifiuti venivano quindi utilizzati per produrre mangimi destinati all’alimentazione degli animali da reddito, ma erano anche alle centrali a biogas per la produzione di energia rinnovabile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Condotte potenzialmente rischiose per la salute e il benessere degli animali allevati, ma pure per i prodotti derivati, da destinare all’alimentazione umana. In tutto sono state denunciate 4 persone, tutte residenti nel Reggiano. Dovranno rispondere, a vario titolo, di trasporto e smaltimento di rifiuti speciali non autorizzato, di frode in commercio e di commercio di sostanze alimentari nocive.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Un uomo e un ragazzo fanno sesso sul ciglio della strada: multa da 20.000 euro

  • Apre nuovo supermercato: maxi-store da 3.800 mq aperto tutti i giorni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento