menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incubo tra le mura di casa: stordita con il gas e poi rapinata dai ladri

Una donna di 79 di Manerbio è stata derubata di tutti i suoi averi: una coppia di malviventi si è presentata alla porta indossando divise da agente di Polizia locale e da tecnico dell'acqua

Un altro episodio da incubo per un'anziana bresciana, a pochi giorni dalla donna di 86 anni di Nave che ha finto di dormire perché si è trovata un ladro in camera da letto. Questa volta è andata anche peggio, molto peggio: come scrive Bresciaoggi, un insegnante in pensione di 79 anni è stata raggirata, stordita e derubata di tutto quello che aveva.

Tutto è successo a Manerbio, qualche giorno fa nella zona del quartiere intitolato a Padre Marcolini. Hanno suonato il campanello, alla porta due uomini vestiti con impeccabili divise: uno indossa gli abiti della Polizia locale, l'altro sembra un tecnico del servizio idrico. Sembra, purtroppo, anzi sembrano tutti e due: perché non sono altro che truffatori.

Avrebbero conquistato la fiducia della donna con modi gentili ma decisi, insomma efficaci: “Ci sarebbe un problema alle tubature signora”, e poi dentro in casa altre parole allarmanti, “il rischio della contaminazione dell'acqua” e cose così.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento