Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca Via Giuseppe Di Vittorio

Ladri braccati dai carabinieri: uno riesce a nascondersi tra le bancarelle

Intercettati mentre con fare sospetto perlustravano un quartiere, hanno tentato la fuga in auto: dopo l’incidente con una pattuglia, uno dei due si è dileguato.

I sospetti di un carabiniere in borghese, fuori servizio, e quelli di una famiglia residente in via Di Vittorio erano giustificati. Un ventenne, italiano, è stato arrestato ieri mattina dai militari di Manerbio dopo un tentativo di fuga finito male. Si è dileguato invece il suo complice, che ha fatto perdere le proprie tracce dopo essersi immerso tra le bancarelle del mercato ambulante del mercoledì mattina. 

Erano le 9:15 di ieri, mercoledì 7 dicembre, quando alla caserma dei carabinieri di Manerbio sono giunte due chiamate, una da parte di un collega fuori servizio e l’altra da una famiglia di via Di Vittorio, nella zona dell’ex locale Sausalito. Ad insospettire era la perlustrazione del quartiere da parte di due individui scesi da una Mazda bianca. All’arrivo della pattuglia i due sono stati avvicinati dai militari, e in quel momento è iniziata la fuga. 

Risaliti sull’auto, i due presunti topi d’appartamento hanno ingranato la retromarcia nel tentativo di scappare. Nella manovra hanno speronato l’auto dei carabinieri, e la Mazda ha girato più volte su se stessa, abbattendo un cartello stradale e finendo fuori strada. Usciti illesi dall’abitacolo, i presunti ladri hanno tentato la fuga: mentre il conducente è stato subito bloccato, il complice è riuscito a far perdere le proprie tracce dopo essersi diretto nel mercato di piazza Falcone. La speranza dei militari di Manerbio, agli ordini del comandante Daniele Trevisani, è quella di risalire presto all’identità del fuggiasco, anch’egli presumibilmente italiano, sulla quarantina.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri braccati dai carabinieri: uno riesce a nascondersi tra le bancarelle

BresciaToday è in caricamento