rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Cronaca Manerbio

Scaricava solventi nelle acque bianche: nei guai azienda bresciana

Individuati i responsabili

Tempo poche ore e i tecnici di Arpa, insieme alla Polizia Locale e ai consulenti di A2A, sono riusciti a risalire all'origine dello sversamento: sabato a Manerbio era infatti arrivata una segnalazione per la presenza di schiuma nel fiume Mella. Individuati i responsabili: si tratta dell'azienda Nwt Metalux, specializzata nella pulizia di metalli e di proprietà di un consigliere comunale di minoranza. 

Di fatto, indirettamente, avrebbero scaricato solventi nel fiume: questo perché lo scarico delle sostanze tossiche sarebbe stato collegato alla rete delle acque bianche. Le indagini sono ancora in corso, ma ora è probabile la denuncia penale.

L'intervento di Arpa Lombardia

“L'intervento a Manerbio è una buona notizia, perché dimostra che il presidio del territorio porta a risultati concreti – ha dichiarato al Corriere della Sera il presidente di Arpa Lombardia, Stefano Cecchin – Ma dall'altra parte non ci può far troppo gioire, perché è indice della permanenza di ambiti e realtà produttive che, ancora nel 2022, faticano a comprendere quanto il rispetto dell'ambiente sia un fattore competitivo, anche nel business”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scaricava solventi nelle acque bianche: nei guai azienda bresciana

BresciaToday è in caricamento