menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Con la scusa di distribuire volantini spacciavano ai ragazzini: due in manette

Arrestati un 33enne e un 34enne: nel furgone su cui viaggiavano sono stati trovati 40 grammi di droga e 4000 euro in contanti

Giravano tranquillamente per i paesi della Bassa Bresciana, nonostante il loro permesso di soggiorno fosse scaduto, a bordo di un furgone. La scusa era quella di distribuire volantini pubblicitari, ma la loro vera attività era un'altra: piazzare dosi di hashish ed eroina anche ai ragazzini della zona.

E il business illegale dei due pusher - un 33enne e un 34enne pachistani - non è sfuggito ai carabinieri di Leno che, dopo averli osservati e pedinati, hanno fermato e perquisito il furgone a bordo del quale si trovavano.

Il controllo è avvenuto nei giorni scorsi nel parcheggio di un supermercato in Manerbio. E sono pure scattate le manette: oltre ai volantini, i militari della stazione di Leno hanno infatti scovato 25 grammi di eroina e 20 di hashish, una bilancia elettronica di precisione, il materiale per confezionare le dosi e a 4000 euro in contanti, ritenuto provento di illecita attività.

Per il 33enne e il 34enne, entrambi di casa nella Bassa, si sono aperte le porte del carcere, ma per pochi giorni: il Giudice, nel primo pomeriggio di martedì, ha infatti disposto la misura cautelare dell’obbligo di dimora.  
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento