menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pistola in faccia e minacce: rapina al bar da 10mila euro

Un'altra rapina a mano armata a Manerbio, questa volta alla caffetteria Basilio di Via Matteotti, gestita da due sorelle: con loro anche qualche amica, minacciata con una pistola in faccia da un rapinatore incappucciato

Colpo da quasi 10mila euro alla caffetteria Basilio di Via Matteotti 17 a Manerbio, allo scoccare della mezzanotte di lunedì. L’ennesima rapina in terra bresciana, anche questa volta a mano armata e a meno di 48 ore dal blitz al phone center, sempre a Manerbio: i malviventi, il primo in azione e il secondo a fare da ‘palo’, sono riusciti a portarsi via tutti gli incassi di giornata, compresi i proventi di sigarette e Superenalotto.

Un gruppetto di ragazze nel locale, la barista dietro il bancone, la sorella sul retro che sistema le ultime cose. Entra un uomo, il volto è coperto fino agli occhi dalla sciarpa, in pochi attimi estrae una pistola e la punta minaccioso: “Dammi i soldi”.

Il sangue si gela, in quei secondi che sembrano infiniti. Dal retro esce la sorella della barista, come se niente fosse: pistola in faccia anche a lei, le minacce proseguono. La donna non può fare altro che aprire la cassa, e consegnare l’ingente bottino al rapinatore.

I due poi scappano a gambe levate: forse un terzo complice li aspettava in macchina, con il motore acceso. La vettura, una berlina scura, sgomma poi a tutta velocità, e si dilegua per le vie del paese. Pochi minuti più tardi l’intervento dei Carabinieri dei Verolanuova.

Indagini a tutto campo, anche se non sarà facile risalire ai rapinatori. Al vaglio degli inquirenti le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza della vicina banca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento