Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca Via Brescia

Ragazzino bresciano massacrato di botte all'uscita dalla discoteca

L'episodio risale allo scorso agosto, ma solo nei giorni scorsi il tribunale dei minori di Brescia ha disposto i domiciliari nei confronti di uno dei 4 aggressori: un minorenne di casa a Bagnolo Mella

Foto d'archivio

Calci e pugni sferrati con violenza: una lite scoppiata in una notte d'agosto lungo la strada che collega Manerbio a Bagnolo Mella. Ad affrontarsi due gruppi di giovanissimi, al termine di una serata trascorsa in discoteca. Ad avere la peggio un minorenne di Poncarale: oltre ad essere percosso è stato rapinato del suo smartphone.

Tutto è accaduto nella notte tra il 19 e il 20 agosto: a dare l'allarme e a rivolgersi ai Carabinieri di Verolanuova sarebbe stato la vittima del pestaggio. "Sono stato picchiato da alcuni ragazzi stranieri", avrebbe raccontato. Stando a quanto ricostruito, il giovane stava rientrando con alcuni amici dal locale "Le Cupole" di via Brescia, a Manerbio. 

Le ricerche degli aggressori sono state portate nell'arco di 24 ore: si tratta di quattro giovani di Bagnolo Mella, tutti di origine straniera, di cui uno minorenne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzino bresciano massacrato di botte all'uscita dalla discoteca

BresciaToday è in caricamento