Cronaca

Infortunio sul lavoro: muore dopo essere stato dimesso dall'ospedale

Tutta la comunità di Offlaga piange il 52enne Mario Pè, morto a seguito di un malore improvviso a pochi giorni dal suo infortunio in fabbrica, in una ditta di Manerbio. Aveva già perso le funzionalità dell'occhio destro

Era stato colpito in pieno volto da uno stampo, mentre lavorava in fabbrica a Manerbio. Ricoverato d’urgenza in ospedale, e poi trasferito nel reparto di Neurochirurgia del Civile di Brescia. Una lunga operazione per la ricostruzione del cavo orbitale e della cornea, purtroppo non riuscita fino in fondo.

A seguito dell’incidente ha infatti perso le funzionalità dell’occhio destro. Dimesso qualche giorno più tardi, il 52enne Mario Pè era stato comunque dichiarato fuori pericolo. Fino al tracollo improvviso: verso le 12 di sabato è stato colpito da un malore, trasferito al pronto soccorso dell’ospedale di Manerbio in arresto cardiocircolatorio e poi deceduto in meno di un’ora.

Toccherà all’autopsia, disposta per lunedì, cercare di far luce su di una vicenda ancora piena di ombre. I medici hanno cercato in tutti i modi di tenerlo in vita, ma nel primo pomeriggio il suo cuore ha smesso di battere, per sempre.

In attesa dei risultati dell’autopsia si aspetta anche di conoscere la data dei funerali. Residente a Cignano di Offlaga, Mario Pè dopo una vita da operaio lascia la moglie Emanuela, la madre, tre sorelle e un fratello.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infortunio sul lavoro: muore dopo essere stato dimesso dall'ospedale

BresciaToday è in caricamento