Ladri acrobati nel sistema d'areazione, colpo da 60mila euro al centro commerciale

Colpo da veri professionisti quello andato in scena al centro commerciale Le Arcate: i malviventi sono entrati passando dalle condotte di areazione. Come nei film

Un colpo da professionisti, scene da film d'azione, un bottino che a conti fatti arriva a sfiorare i 60mila euro: è questa la cronaca del blitz in notturna, tra domenica e lunedì, al centro commerciale Le Arcate di Manerbio. I carabinieri stanno già seguendo una pista, o perlomeno hanno già inquadrato i malviventi in azione: sono entrati in scena in due, con un terzo a fare da palo. Sono entrati dal tetto, hanno disattivato gli allarmi, hanno sfondato un muro a mazzate. Insomma, è successo di tutto.

La cronaca dell'accaduto

Al vaglio degli inquirenti, ovviamente, le immagini delle telecamere interne ed esterne di videosorveglianza. Salvo non siano state tutte disattivate: i banditi, prima di entrare nei negozi, hanno reso inoffensivo l'intero sistema d'allarme. E quindi hanno potuto agire indisturbati per circa due ore.

Veri professionisti. Si sono arrampicati sul tetto del centro commerciale, attrezzati con corde e ramponi, e qualche ventosa per rimanere attaccati al muro. Una volta in cima si sono fatti strada sfruttando il sistema di areazione: a metà strada si sono fermati e hanno disattivato il sistema d'allarme. Come nei film di spionaggio americani.

Colpo studiato nei minimi dettagli

Un colpo studiato nei minimi dettagli, appunto. Niente è stato lasciato al caso: sapevano dove colpire. In rapida sequenza: all'agenzia di viaggi Mareando, dove sono stati rubati più di 8000 euro in contanti. Poi alla boutique Ama, dove però di contanti ce n'erano solo poche centinaia: forse una soffiata sbagliata, oppure un'intuizione quasi da preveggenza dei proprietari, che hanno svuotato la cassa dopo la chiusura.

Infine il colpo che vale la nottata: i due banditi hanno sfondato a mazzate il muro che separa la boutique con la profumeria Rosa, tra le più note della provincia per gli allestimenti, i prodotti, le grandi marche. E' qui che i ladri hanno dato il peggio di sé: in pochi  minuti hanno arraffato merce per oltre 50mila euro. Poi la fuga nella notte: il complice li aspettava di fuori. Al momento di loro nessuna traccia. Ma le indagini sono soltanto all'inizio.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento