rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Cigole

In 7 su un'auto senza una ruota: il conducente è ubriaco fradicio

Attimi di follia sulla Provinciale

Non solo erano in sette su un'utilitaria, tra cui due bambini piccoli, ma la stessa auto era pure senza una ruota, e il conducente – un 38enne residente a Milzano – era ubriaco ben quattro volte oltre il limite di legge. Incredibile ma vero, è successo nella notte tra sabato e domenica nella Bassa Bresciana, tra Manerbio e Cigole: fortunatamente la vettura è stata fermata dai carabinieri del Radiomobile della compagnia di Verolanuova prima che potesse arrecare danni.

L'auto è stata intercettata sulla Provinciale, in territorio di Manerbio: a detta dei militari “creava grave pericolo alla circolazione stradale, invadendo spesso la corsia opposta, tanto da allarmare diversi automobilisti che avevano già inviato segnalazioni alla centrale operativa”.

L'auto in corsa senza una ruota

Ma non c'è limite al peggio: come detto, la vettura viaggiava anche con una ruota priva di pneumatico, scatenando scintille sull'asfalto visibili anche a distanza. Compresa la gravità della situazione, i militari si sono avvicinati cautamente al mezzo, con sirene e lampeggianti accese: il conducente però ha proseguito nelle sue folli manovre, almeno per un altro quarto d'ora.

Arrivati in territorio di Cigole, la pattuglia ha affiancato l'auto in movimento: il caposervizio è sceso dalla gazzella e si affiancato alla portiera del guidatore, ma quest'ultimo è ripartito improvvisamente schiacciando con una ruota il piede del militare. Il carabiniere con abile e rapida mossa ha allora frantumato il finestrino anteriore, riuscendo a togliere le chiavi del quadro di accensione (fermando così la vettura).

Ubriaco 4 volte oltre il limite

Gli accertamenti hanno permesso di ricostruire la serata del giovane alla guida: era stato a una festa, ma con sé aveva portato anche i genitori, la moglie e i suoi due figli di 5 e 8 anni. Inizialmente si è rifiutato di sottoporsi all'alcol test, risultato in un secondo momento positivo e con un tasso 4 volte oltre il limite. Nel mezzo ha opposto anche “attiva resistenza”, ed è stato immobilizzato non senza fatica dai militari intervenuti, che si sono pure procurate delle ferite giudicate guaribili in 7 e 15 giorni dal pronto soccorso dell'ospedale di Manerbio.

Il 38enne è stato quindi arrestato, portato prima in caserma e poi trasferito nella sua abitazione, agli arresti domiciliari in attesa del giudizio di convalida: l'arresto è stato convalidato lunedì mattina, con applicazione della misura cautelare dell'obbligo di firma, in attesa del processo. Una buona notizia? Tra gli occupanti della vettura nessuno si è fatto male.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In 7 su un'auto senza una ruota: il conducente è ubriaco fradicio

BresciaToday è in caricamento