Cronaca

Manerba, task force contro i bocconi avvelenati

Altri due cani sono morti a Manerba per avvelenamento. I padroni esasperati e addolorati si riuniscono ora in un comitato spontaneo con finalità di sensibilizzazione, prevenzione e messa in guardia.

Foto di repertorio

MANERBA DEL GARDA – Dopo un nuovo allarme nei giorni scorsi a Camignone, è ancora a Manerba che l’emergenza bocconi avvelenati si fa sentire in tutta la sua gravità.

Otto cani morti a Perlino prima, poi un altro a Solarolo e ancora uno a Gardoncino. 

I proprietari degli amici a quattro zampe sono comprensibilmente esasperati, amareggiati e infuriati. Per questo hanno deciso di costituire una task force per indagare sulle morti sospette e fare in modo che non si ripetano più.

I cani sono tutti morti a causa di avvelenamenti. Non lo dicono i proprietari, ma gli esami dei veterinari. 

Ora amanti e proprietari di cani e cagnolini si sono riuniti spontaneamente per dar vita a iniziative di sensibilizzazione, prevenzione e messa in guardia. Tutti devono prestare la massima attenzione: le esche avvelenate potrebbero essere ovunque.

Nelle prossime settimane, inoltre, sarà promossa una fiaccolata a sei zampe, previa richiesta di tutte le autorizzazioni del caso.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manerba, task force contro i bocconi avvelenati

BresciaToday è in caricamento