rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Cronaca

Da poco separato, entra in casa di nascosto e picchia l’ex moglie

Arrestato a Manerba un operaio di 36 anni

Nella nottata dello scorso 11 gennaio, i Carabinieri di Manerba del Garda hanno arrestato in flagranza di reato un operaio bresciano di 36 anni, residente in paese, con l’accusa di atti persecutori.

L’uomo, da alcuni mesi separato dalla moglie, non aveva accettato la fine della relazione, iniziando una serie di vessazioni nei confronti della donna, che ha poi deciso di denunciarlo. Tra queste, anche un’aggressione con violazione di domicilio, avvenuta nel pomeriggio del 10 gennaio.

Quel giorno, approfittando della disponibilità di una copia delle chiavi (fino a pochi mesi fa, quelle della loro casa coniugale), l'operaio si è introdotto all’interno dell'abitazione e - una volta a contatto con la moglie - l’ha aggredita prendendola a schiaffi.

La signora si è quindi presentata in caserma per sporgere querela. Al termine della compilazione del verbale, ritenendo che il marito potesse aggirarsi in zona, è stata accompagnata a casa da una pattuglia, che ha trovato l’operaio ancora in attesa sotto casa.

Sottoposto a perquisizione, nella sua auto è stato rinvenuto un manganello artigianale, costituito da un cavo di rame lungo 75 cm ricoperto di gomma. L’uomo, sussistendo il reato di atti persecutori, è stato arrestato ed accompagnato a Canton Mombello. Nella mattinata di ieri, mercoledì 13 gennaio, il gip del Tribunale di Brescia ha chiesto la scarcerazione, disponendo però la misura cautelare del divieto di avvicinamento all’ex moglie e all’abitazione coniugale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da poco separato, entra in casa di nascosto e picchia l’ex moglie

BresciaToday è in caricamento