Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Ruba i soldi al suo capo: dipendente incastrata dalle telecamere

In poche settimane aveva fatto sparire almeno 900 euro dalla cassa del negozio per cui lavorava: beccata dai Carabinieri grazie ad una telecamera nascosta. La donna è una 40enne incensurata

Dipendente più che furbetta beccata in flagrante dai Carabinieri. In poco più di due settimane era riuscita ad arraffare, sul posto di lavoro, una cosa come 900 euro. E' successo a Manerba del Garda, in un negozio di alimentari: la donna, una 40enne residente in zona, è stata arrestata dopo essere stata inchiodata dalle telecamere nascoste, e dal numero di serie delle banconote sottratte.

A dare l'allarme per primo, con una denuncia, proprio il titolare del negozio. Da qui l'attività di indagine dei Carabinieri di Manerba, coordinati dal maresciallo Marco Fainelli e con la supervisione della Compagnia di Salò, capitano Alessandro Finiru.

Prima di tutto, un'esca: i soldi messi in cassa erano stati fotocopiati, così da riconoscere il numero di serie delle banconote. Seconda cosa, la telecamera nascosta: piazzata nel luogo incriminato ha permesso di beccare il flagrante la dipendente ormai specializzata nei furti.

La donna è stata ovviamente licenziata, per giusta causa. Nei video la si vede avvicinarsi alla cassa, prendere i soldi e metterli in una specie di registro, poi spostarsi in un'altra stanza e metterseli in tasca. In poco più di due settimane, dal 23 maggio al 3 giugno.

In tutto avrebbe messo a segno ben 9 colpi. Incensurata, è stata arrestata e processata per direttissima, accusata di furto aggravato. La pena è stata sospesa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba i soldi al suo capo: dipendente incastrata dalle telecamere

BresciaToday è in caricamento