Scomparso per giorni, la storia incredibile: "Ho vagato nei boschi e bevuto acqua di lago"

La storia incredibile (ma vera) di Maik Diederich, il turista tedesco di 42 anni che sabato pomeriggio era scomparso a largo della spiaggia Romantica

Vigili del Fuoco e Guardia Costiera durante le ricerche - Foto © Bresciatoday.it

Dopo la paura, il meritato relax: rimarranno sul lago di Garda per tutta la settimana Maik Diederich e la moglie Anja, protagonisti di una storia incredibile ma che per fortuna si è conclusa con un lieto fine. Scomparso sabato pomeriggio, mentre faceva una nuotata a largo della Romantica, Diederich è tornato a casa tre giorni dopo, nel residence di Via della Molaria dove alloggiava con la moglie e i suoi due figli.

Naufrago sotto la Rocca

Ha fatto tutto da solo: ha camminato a piedi per chilometri, dalla spiaggetta in cui era naufragato, e guidato dalla croce della Rocca – così avrebbe riferito a medici e carabinieri – è tornato al residence, lunedì sera poco prima delle 22. Qui ha scavalcato il cancello e ha bussato alla porta: facile immaginare la gioia di chi se l'è trovato di fronte.

Oltre a moglie e figli c'erano anche le due sorelle e i genitori, arrivati da Amburgo da poche ore nella speranza di poterlo ritrovare ancora vivo. E così è stato, dopo tre giorni di ricerche serrate – coinvolti oltre ai carabinieri anche i Vigili del Fuoco, la Guardia costiera, i Volontari del Garda – a lago e in terra, dal porto Torchio fino a San Felice del Benaco.

E invece Maik se ne stava là, in attesa di riprendere le forze, sulla spiaggetta nascosta sotto la Rocca di Manerba. La sua storia è incredibile: stava nuotando a dorso quando improvvisamente ha sbattuto la testa, forse contro una boa o una roccia. Un colpo che gli ha fatto perdere l'orientamento, e forse anche conoscenza.

Due notti all'addiaccio

Si è ripreso aggrappato ad alcuni scogli, e con le ultime forze ha raggiunto la riva. Ha passato non una ma due notti in quel rifugio di fortuna, spaesato e spaventato, quasi non si ricordava dove fosse. Ha resistito al maltempo, ha bevuto acqua di lago per rifocillarsi: poi ha ripreso il suo cammino verso casa, dopo aver vagato due giorni nei boschi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sono contento che sia andato tutto bene – ha raccontato Diederich all'uscita della caserma di Manerba, martedì pomeriggio – e ringrazio le forze dell'ordine che mi hanno cercato e hanno sostenuto la mia famiglia”. E' la seconda volta che la famiglia passa le vacanze sul Garda: “Non so se torneremo”, ammette la moglie Anja.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schiacciati da mutuo e prestiti, due figli a carico: cancellati debiti per 267mila euro

  • Bonus auto, via alle prenotazioni: come ottenere l'ecobonus fino a 10mila euro

  • Allarme temporali nel Bresciano: rischio concreto di supercelle

  • Forti temporali nella notte, allerta meteo anche tra oggi e domani

  • Esce da casa e vaga nella notte per un chilometro: paura per un bimbo, denunciati i genitori

  • Crolla il balcone di un condominio: appartamenti inagibili, famiglie evacuate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento