Picchia la convivente e aizza i cani contro i carabinieri: in manette un 35enne

Una donna è riuscita a chiamare il 112 prima di essere malmenata dal suo compagno: i militari l'hanno bloccato a fatica dopo essersela vista brutta con due grossi cani aizzati dal 35enne.

È riuscita a comporre il 112 un attimo prima di cadere nelle mani di quello che riteneva essere il suo innamorato, ma in realtà era solo il suo aguzzino. Una donna di Manerba nella mattinata di mercoledì è stata letteralmente salvata dall’intervento dei carabinieri della Compagnia di Salò che hanno bloccato il suo convivente mentre la stava picchiando. 

A quanto pare il rapporto tra la donna e il 35enne era da tempo deteriorato a causa delle continue violenze e intemperanze dell’uomo. Il culmine è stato toccato mercoledì mattina, quando la donna ha trovato il modo di chiamare aiuto rivolgendosi al 112. Prima che i militari arrivassero nell’abitazione dei due, a Manerba del Garda, l’uomo è riuscito però a picchiare la donna. Le violenze sono continuate anche davanti agli occhi dei carabinieri - come racconta il quotidiano Bresciaoggi che riporta la notizia - con il 35enne che ha afferrato per il collo la compagna e l’ha scaraventata contro un muro, continuando nel fratte,po a insultarla e minacciarla. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante la colluttazione con i militari che cercavano di bloccarlo (un agente è rimasto ferito a un polso), l’uomo per peggiorare la sua situazione ha pensato bene di aizzare un paio di cani di razza Dogo Argentino - che alleva - contro i carabinieri. Finito in manette, il 35enne dovrà rispondere delle accuse di maltrattamento a familiari, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, minacce e lesioni personali. In attesa del processo è ai domiciliari, mentre la compagna dopo essere stata medicata in ospedale si è trovata un nuovo alloggio, lontano da quello che riteneva essere il suo innamorato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schiacciati da mutuo e prestiti, due figli a carico: cancellati debiti per 267mila euro

  • Allarme temporali nel Bresciano: rischio concreto di supercelle

  • Bonus auto, via alle prenotazioni: come ottenere l'ecobonus fino a 10mila euro

  • Porta una sedia in giardino, gli cade sopra: carotide recisa, muore a 44 anni

  • Tempesta nella notte: frane e fiumi straripati, paese in ginocchio

  • Lago di Garda, prurito quando si esce dall'acqua: è la "dermatite del bagnate"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento