Un brandello di targa per dare un’identità ai killer

Un frammento del numero di targa dello scooter ripreso dalle telecamere di videosorveglianza è al vaglio degli inquirenti per dare un identikit al ciclomotore utilizzato e ai volti dei sicari

Foto di repertorio

BRESCIA – Un brandello del numero di targa. Una traccia preziosa che gli inquirenti stanno seguendo per risalire ai killer di Frank e Vanna. 

Un frammento immortalato dalle telecamere di sorveglianza, che potrà servire a dare un identikit al ciclomotore usato e, forse, ai volti dei sicari per poi risalire al movente; al momento l’ipotesi più accreditata è quella economica legata all’universo del racket e dell’usura. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento