rotate-mobile
Cronaca

Temporali, esondano i torrenti: muro crollato e strade allagate

Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco

Ancora una volta la Valcamonica è tra le zone maggiormente colpite dalla furia dei temporali che si sono abbattuti tra il 24 e il 25 luglio sul Bresciano, come in tutta la Lombardia. Mentre la Regione fa una prima e provvisoria stima dei danni (oltre 100 milioni di euro) e chiede lo stato di emergenza, si susseguono gli interventi dei vigili del fuoco e della protezione civile.

Un conto pesantissimo: proprio nei boschi camuni, a Corteno Golgi, all’alba del 25 luglio ha perso la vita una ragazzina scout di soli 16 anni: un albero è crollato sulla tenda dove Chiara Rossetti dormiva insieme ad altre compagne, uccidendola sul colpo.

Muro crollato

Alberi abbattuti, ma anche tanti corsi d’acqua che hanno rotto gli argini. In Valle Camonica un nuovo acquazzone si è registrato nella serata di martedì, causando l’esondazione di torrenti e ruscelli. Poco prima delle 21 la strada provinciale che collega Cevo alla località Fresine è stata invasa da fango e acqua. Sempre a Cevo, in località Molino, un torrente, a causa dell'aumento repentino della sua portata, ha eroso un muro di contenimento adiacente a un'abitazione. Sul posto sono intervenuti i volontari della protezione civile di Cevo e di Valle di Saviore dell'Adamello e il personale della Provincia di Brescia. Ulteriori sopralluoghi saranno effettuati nelle prossime ore.

Ponte spazzato via

Nella serata di lunedì sono stati gli abitanti di Vione a fare i conti con una nuova esondazione del torrente Vallaro. La furia dell'acqua uscita dagli argini ha spazzato via un piccolo ponte e sommerso la pista ciclabile realizzata nel 2020. Fortunatamente l'onda di fango e detriti non ha raggiunto le abitazione della frazione Stradolina e non ci sono stati feriti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Temporali, esondano i torrenti: muro crollato e strade allagate

BresciaToday è in caricamento