Tetti che volano via, auto distrutte, strade nel caos: per 20 minuti è stato un inferno

Danni in tutta la provincia per la supercella di lunedì sera: dall'hinterland al Garda alla Valsabbia. In alcune zone chicchi di grandine come palline da ping-pong

Danni del maltempo a Prevalle

Il copione si è ripetuto sempre uguale, in gran parte della provincia. Tra le 19 e le 19.20 circa: tanto è durata l'intensa supercella che ha attraversato il Bresciano lunedì sera. Tantissimi danni anche in città e nei dintorni, dove pare si siano registrate le “botte” più consistenti. Appena fuori Brescia, infatti, sono Flero e Castelmella i paesi più colpiti.

I danni nell'hinterland cittadino

Un lungo elenco: la grandine è caduta come palline da ping pong, ha sfondato le ante e le vetrate, ha frantumato i vetri delle automobili danneggiando numerose carrozzerie. A Flero non si contano gli alberi caduti, le strade allagate, i tetti scoperchiati delle abitazioni, le tegole per strada, i capannoni scoperchiati con lamiere e coperture che sono volate via per decine di metri. Per fortuna nessuno si è fatto male.

Durissimo il bilancio anche a Castelmella. Nei campi coltivati già si parla di calamità naturale: danni per milioni di euro. Alcune delle strade principali del paese, come Via Marconi e Via IV Novembre, si sono allagate (in alcuni tratti fino a mezzo metro d'acqua). Per non parlare degli alberi caduti. Sono decine anche le famiglie rimaste temporaneamente senza casa: tetti scoperchiati in Via Lombardia e Via Soletti, con decine di sfollati. La cittadina è rimasta pure al buio, per un blackout.

Bassa Bresciana e dintorni

Non è andata male come pochi giorni fa: stavolta la tempesta ha relativamente risparmiato la Bassa Bresciana. Ma si registrano comunque danni consistenti, a macchia di leopardo: alberi caduti e tetti scoperchiati, di case e aziende, da Bagnolo Mella a Torbole Casaglia. Qui in particolare si sarebbero registrati i danni più consistenti. La strada che esce dal paese in direzione Castelmella è stata chiusa al traffico perché la tempesta ha spezzato i cavi elettrici dell'alta tensione, finiti in mezzo alla carreggiata. A Trenzano è rimasta danneggiata anche la caserma dei carabinieri.

Garda e Valle Sabbia

La furia stavolta ha scelto il Garda e la Valle Sabbia. Lo stesso orario, più o meno, forse poco più tardi della città. La supercella è stata avvistata e fotografata. In attimi diversi è cominciata a cadere grandine, con chicchi delle dimensioni di una pallina da ping-pong, o peggio. A decine le automobili che sulla statale Desenzano-Salò si sono riversate sotto le tettoie dei benzinai per limitare i danni.

Le zone più colpite quelle dell'alta Valtenesi, in particolare Puegnago (dove la grandine ha bottato le ante delle case e spaccato le tegole), Polpenazze e Calvagese. Ma gli effetti si sono sentiti eccome anche fino a Raffa, sull'ex Statale, e a Manerba, dove il vento ha scoperchiato capannoni e danneggiato abitazioni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vento e pioggia fortissimi anche a Prevalle e dintorni, quindi Bedizzole, Paitone e Gavardo. Il più colpito sembra comunque il territorio prevallese: pare si sia allagato, ancora una volta, il sottopasso della Ss45bis. Poi alberi caduti, in Via Mottella e non solo, capannoni scoperchiati, vetri delle auto frantumati, lamiere in mezzo alla strada. Per fortuna nessun ferito. Ma in tutta la provincia è stato un disastro. Inagibile anche la ciclabile Gavardina. E saranno da verificare i danni all'agricoltura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Coronavirus, Crisanti: "Vi spiego perché il Natale può essere un'opportunità"

  • Incubo coronavirus: 237 casi a Brescia, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Covid: a Brescia oltre 300 nuovi casi e una vittima, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Svuota le casse dell’azienda, compra borse e auto di lusso: nei guai impiegata

  • Terribile incidente: precipita elicottero, morto dirigente d'azienda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento