menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltempo, Rolfi: "Chiederemo lo stato d'emergenza per la Valcamonica"

Regione Lombardia inoltrerà la richiesta per l'alta Valle Camonica, messa in ginocchio da pioggia e vento

A margine di qualche (magro) tentativo di ritorno alla normalità, rimane la devastazione conseguente alla furia del maltempo e le previsioni non promettono nulla di buono: in Valcamonica si teme l'arrivo della nuova ondata di maltempo nel weekend. Tra fiumi e torrenti esondati, valanghe di fango e detriti, strade chiuse, paesi evacuati.

Senza dimenticare la frana caduta, nella serata di mercoledì, a Corteno Golgi in località Baradello, vicino al confine con l'Aprica tra le province di Brescia e di Sondrio. Lo smottamento, provocato dalle abbondanti piogge degli ultimi giorni e dalla tromba d'aria che ha colpito la zona, incombe su una palazzina e si è reso necessario lo sgombero di parecchie case.

La conta dei danni è altissima: si parla di decine di milioni di euro. Per far fronte al disastro, la Regione sta lavorando alla richiesta dello stato di emergenza e a una misura specifica per il ripristino delle zone boschive danneggiate dalle violente raffiche di vento che hanno raso al suolo boschi e foreste.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Coronavirus

Covid, sono 51 i Comuni bresciani con dati da zona rossa: l'elenco completo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento