Cronaca

Tetti volati via, alberi caduti, auto devastate: terribile tempesta sul Bresciano

La conta dei danni dopo la furia del maltempo

La furia del vento e della tempesta si è abbattuta su due zone in particolare della provincia: la Bassa Bresciana e il lago di Garda. Come annunciato dalle previsioni meteo di qualche ora prima, che non hanno sbagliato di una virgola: vento fortissimo e precipitazioni abbondanti, con tanta grandine, si sono riversate sui territori a partire dalle 14 in poi. Non è chiaro se si siano formate delle supercelle hp, temibili avversarie di raccolti, tetti e altro ancora: anche se alcune immagini paiono eloquenti.

I danni nella Bassa Bresciana

E soprattutto la conta dei danni. Nella Bassa i venti hanno soffiato fortissimo, scoperchiando tetti, abbattendo alberi. Il caso più eclatante alla sede dell'Anc Valle del Chiese, all'ex asilo Mettica al Corvione di Gambara: “Investiti dalla furia di un tornado – fa sapere la Federazione del soccorso Lombardia – Al presidente Giacomo Martinuzzi e a tutti i volontari la nostra vicinanza e solidarietà”.

Un'ambulanza è stata distrutta, altre due per ora sono inutilizzabili, e poi danneggiati gli interni e gli esterni della sede. Un copione che purtroppo si è ripetuto nei dintorni. Sempre a Gottolengo il vento ha strappato parte della copertura del tetto dell'istituto comprensivo: colpita e danneggiata anche un'automobile. Danni anche al campo sportivo di Via Verga a Carpenedolo, dove è stato divelto il tendone del tennis. A Visano ci sarà da intervenire per sistemare il tetto della palestra.

E' andata ancora peggio nel Mantovano: da Castiglione a Medole a Castelgoffredo, dal cielo sono piovute palline di ghiaccio che hanno irrimediabilmente rovinato le coltivazioni, oltre che provocato danni in ordine sparso un po' dappertutto. Grandine poca, per fortuna, anche sul lago di Garda. Anche qui però non è mancata una tromba d'aria, arrivata dal lago verso le rive. Come rilevato dalle stazioni meteo, il vento più forte a soffiato a Torbole (52 nodi) e a Brenzone (53 nodi), pari a circa 100 chilometri orari.

I danni sul lago di Garda

Non sono mancati i problemi e i disagi. E' stato probabilmente causato dal maltempo l'incidente sulla tangenziale tra Desenzano e Sirmione: un 29enne è stato ricoverato in ospedale in elicottero, ma non è in pericolo di vita. In centro a Desenzano allagati negozi e uffici, nonché la tangenzialina che si collega con Padenghe. Alberi caduti un po' dappertutto: a Lonato un pino è caduto su un'auto parcheggiata in Via Filzi, vicino all'Itis; allagato il parcheggio del centro commerciale Il Leone.

A risalire le sponde non si contano gli alberi e i rami spezzati, tombini scoppiati e strade allagate: i Vigili del Fuoco di Brescia riferiscono di aver effettuato almeno 50 interventi, subito dopo le 14, tra il territorio di Castiglione e il Garda, da Sirmione a Toscolano, segnalando infiltrazioni d'acqua, tetti scoperchiati, alberi pericolanti, persone bloccate in auto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tetti volati via, alberi caduti, auto devastate: terribile tempesta sul Bresciano

BresciaToday è in caricamento