rotate-mobile
Cronaca

"Un uomo è annegato": maxi mobilitazione per i soccorsi, ma era in spiaggia

Il falso allarme di una turista

Nella tarda mattinata di ieri, domenica 24 luglio, una turista ha chiesto soccorso dalla spiaggia di Malcesine, dopo aver notato un bagnante "entrare in acqua, uscire infreddolito, e poi rientrare a nuotare", spiega la Guardia Costiera gardesana in un comunicato. Dopo alcuni minuti, non vedendolo più raggiungere i propri effetti personali rimasti sulla spiaggia, ha quindi lanciato l’allarme tramite il 112.

Ricevuta l'allerta, la sala operativa della Guardia Costiera ha inviato sul posto il battello veloce GC B98, chiedendo supporto ai vigili del fuoco di Brescia per far convergere in zona un altro natante, un elicottero e i sommozzatori che erano in arrivo da Vicenza. Sul posto anche la polizia locale di Malcesine e i volontari del Garda, che erano già nell’alto lago per un’altra ricerca.

Le ricerche di superficie e di profondità sono state coordinate dalla Guardia Costiera, ma dopo circa due la situazione è si è risolta al meglio: il presunto disperso è stato riconosciuto sulla spiaggia di Malcesine, dalla stessa turista che aveva chiamato il 112. L'allarme è quindi rientrato e si è fermata l'imponente macchina dei soccorsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un uomo è annegato": maxi mobilitazione per i soccorsi, ma era in spiaggia

BresciaToday è in caricamento