Forse ubriaco, grida "Allah" in chiesa: paura tra i fedeli alla messa di Natale

L'incredibile vicenda durante la messa di Natale in chiesa a Maclodio: un 35enne marocchino ha cominciato a gridare il nome di Allah, spaventando i fedeli

Foto di repertorio

E' successo a Maclodio, durante la messa di mezzanotte della vigilia di Natale: un giovane marocchino di 35 anni, già noto alle forze dell'ordine, ha varcato la soglia della chiesa e ha gridato il nome di Allah a squarciagola, provocando il panico tra i presenti.

Lo scrive il Giornale di Brescia: il 35enne è stato prelevato dai carabinieri e subito portato in caserma. E' stato trascinato fuori dalla chiesa grazie all'intervento di alcuni ragazzi del paese, con la collaborazione del sindaco Marcello Orizio.

Tanta la paura tra i fedeli che in quel momento stavano ascoltando la messa del parroco: girava voce che l'uomo potesse essere armato, dato che nascondeva le mani dietro la schiena. Pare fosse in stato di evidente alterazione, forse da alcool o droga.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Maltempo, non è finita. L'allerta della Protezione Civile: "In arrivo vento e forti temporali"

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

Torna su
BresciaToday è in caricamento