Cronaca

Macello a Manerbio, Rolfi: "Bisinella, era meglio se te ne stavi zitto"

Fabio Rolfi, segratario provinciale della Lega Nord, risponde al piddino Pietro Bisinella in merito al macello di Manerbio

Non si placano le polemiche sulla bocciatura del megamacello di Manerbio. Dopo l'intervento di Bisinella, che accusava dell'accaduto il centrodestra, arriva la risposta di Rolfi che, come al solito, non usa di certo il fioretto: "Ha perso una buona occasione per tacere ed evitare una pessima figura. Si è infatti dichiarato 'felice della mancata realizzazione del macello' palesando scarso interesse per l'indotto occupazionale che ne deriverebbe. Mi chiedo se i disoccupati di Leno la pensano come il loro sindaco".

Rolfi torna a ribadire come l’ostruzionismo del Pd, "attuato per questioni assolutamente ideologiche", abbia dato i suoi pessimi frutti, visto che "il nostro territorio" ora rischia di perdere un investimento da 50 milioni di euro: "Gioiscono perché hanno ottenuto il loro scopo; un atteggiamento inqualificabile. Viene da chiedersi quanto saranno felici i disoccupati che votano il Pd a Brescia sapendo che il capo dei democratici bresciani gongola per la mancata costruzione di un impianto che avrebbe portato alla creazione di oltre 800 preziosissimi posti di lavoro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Macello a Manerbio, Rolfi: "Bisinella, era meglio se te ne stavi zitto"

BresciaToday è in caricamento