Macchinisti ubriachi, Frecciarossa Brescia-Napoli soppresso

Il capotreno si è accorto dello stato d'ebbrezza dei due e ha chiamato la polizia ferroviaria

Un Frecciarossa è stato soppresso perché i due macchinisti, ubriachi, non erano in condizione di garantire la necessaria sicurezza. Per fortuna, quel treno non è nemmeno partito dalla stazione di Brescia e questo ha evitato possibili conseguenze negative per i passeggeri.

Si tratta del Frecciarossa 9604, da Brescia a Napoli (con fermate a Milano Centrale, Reggio Emilia Av e Roma Termini), delle 5.17 del mattino. I passeggeri sono stati portati a Milano con un convoglio regionale e, da lì, fatti salire su un altro Frecciarossa per il capoluogo partenopeo.

Ad accorgersi della condizione dei macchinisti è stato il capotreno, che alla stazione di Brescia non è fisicamente riuscito a salire sul convoglio perché i due non aprivano le porte. Così ha fatto intervenire la polizia ferroviaria che ha accertato le condizioni degli uomini: un 35enne ed un 21enne.

Tasso alcolemico fuori norma

Il primo aveva un valore all'alcoltest decisamente alto: 1,95. Il secondo ha chiesto lui stesso di farsi portare al pronto soccorso per essere visitato. L'episodio viene reso noto dalla polizia ferroviaria e da Trenitalia. L'azienda in particolare parla di «controlli preventivi e a sorpresa» per gli equipaggi e specifica che i passeggeri (67 in tutto) non sono nemmemo saliti a bordo di quel treno, che dopo le verifiche della polfer è stato soppresso.

Ora la polizia ferroviaria valuterà la situazione per i due macchinisti, mentre Trenitalia si riserva di prendere provvedimenti disciplinari nei loro confronti. La stessa Trenitalia aggiunge che un simile episodio «non si era mai verificato».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Hanno fatto un grosso errore e paghino a casa nn puoi fare ste cazzate servizio pubblico, qua nn ci. Sono scusanti sei un autista un conduttore treno lo sai che nn puoi fare cazzate vuoi bere cambia lavoro. Vai a pulire i cessi ora pugno duro x chi nn rispetta le Regole, Siamo Uomini o Bestie...!!!

  • Non sarei così sicuro... anche solo per dare l'esempio verranno giustamente licenziati ,automatismi a parte ,è proprio la presenza del macchinista che garantisce la sicurezza dei convogli e lo dico come autista professionale ;se si fanno certi lavori ci sono cose che una persona non può permettersi di fare, le persone ci affidano la loro vita ed una cosa è l'errore umano che è ben diverso dall'imprudenza mettendo in pericolo le persone

  • La giustifica dei dirigenti "frecciarossa" sarà che tanto il treno va da solo, è automatico. E quindi sicuramente niente licenziamentom, ma percorso di riabilitazione per reintegro del povero dipendente (che sicuramenet sarà il parente di qualche capo della frecciarossa)

  • Licenziamento immediato.

  • Inaudito. Questi vanno licenziati in tronco!

Notizie di oggi

  • Attualità

    Il compleanno faraonico di Chiare Ferragni: si è presa l'intero Gardaland

  • Cronaca

    Diserbante sui fiori, lapidi distrutte a martellate: misteriosi atti vandalici al cimitero

  • Incidenti stradali

    Tragedia sulla Provinciale 115: auto cade nel dirupo, muore uomo di 38 anni

  • social

    C'è una nuova panchina gigante: la vista sul lago e su Montisola è stupenda

I più letti della settimana

  • Uccisa da un malore mentre sta pulendo casa: addio a Silvia

  • Maxi-sequestro da 130mila metri quadri: rifiuti tossici, falda contaminata

  • Auto sbanda in curva, poi la tragedia: chi era la vittima

  • "Adesso mi ammazzo!": torna a casa ubriaco, si accoltella davanti ai genitori

  • La disperazione per la morte di Leonardo: "Eri un ragazzo speciale"

  • Milano, incidente in A8: morto Maykoll Calcinardi di Riva del Garda

Torna su
BresciaToday è in caricamento