rotate-mobile
Cronaca Lumezzane

Il fidanzato dell'amica è troppo geloso, lui lo prende a fucilate

Condannato a 3 anni di reclusione per i colpi sparati

Un ménage à trois solo sospettato, ma che si è concluso con una sparatoria: una serie di colpi esplosi da un fucile Flobert calibro 8 da 4 millimetri che avevano ferito a una gamba (lesioni per fortuna non gravi) un 32enne del paese. A sparare, per l'accusa, era stato un coetaneo: a scatenare la folle aggressione un movente di gelosia, ma al contrario. Ovvero: il geloso era la vittima, convinto che il 32enne armato avesse una relazione con la sua compagna.

Cosa è successo a Lumezzane

I fatti risalgono al 12 febbraio scorso, a Sant'Apollonio di Lumezzane. Il 32enne ferito si sarebbe presentato fuori casa dell'aggressore con l'intento di chiarire la questione: il giovane armato, però, avrebbe estratto il fucile e sparato diversi colpi. Il ferito, sanguinante, aveva poi chiesto aiuto a una pattuglia di carabinieri in quel momento impegnata in un servizio di controllo del territorio. Le indagini avevano permesso di risalire rapidamente all'autore del gesto.

Quest'ultimo è finito a processo: è stato condannato a 3 anni di reclusione, con rito abbreviato, per le accuse di lesioni, porto abusivo d'arma e ricettazione. Assolto invece dall'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. Le indagini erano state coordinate dal pm Francesco Carlo Milanesi: la giudice Giulia Costantino ha accolto le richieste della magistratura e firmato la condanna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il fidanzato dell'amica è troppo geloso, lui lo prende a fucilate

BresciaToday è in caricamento