Cronaca

Dipendente ruba ai titolari in vacanza. Loro lo perdonano

Saputo dell'assenza dei suoi datori di lavoro, un operaio è entrato in casa loro per rubare. Incastrato dalle riprese della videocamera, è stato perdonato dai magnanimi titolari.

15 anni. Da tanto un lumezzanese lavora presso la fonderia dei Fratelli Forelli a Sant’Apollonio, eppure non ha esitato ad entrare in casa dei suoi titolari per derubarli. Non un furto casuale, dettato dalle contingenze (che, in ogni caso, non sarebbe stato meno grave), ma un’azione premeditata e messa a segno con perseveranza, eppure i suoi datori di lavoro una volta scoperto il misfatto si sono dimostrati generosi, dicendosi disposti a dimenticare il furto e riprendere a servizio il dipendente. Che però declina l’offerta. 

Tutto è cominciato quando l’operaio ha scoperto che nel fine settimane entrambi i suoi titolari, che sono fratelli e vivono nello stesso edificio appena fuori la frazione, sarebbero stati fuori casa per una mini vacanza al mare, uno, e in montagna, l’altro. Dopo aver raggiunto l’abitazione alle tre di notte, ed aver scavalcato il muro di cinta, l’uomo è riuscito ad aprire la porta dell’appartamento al piano terra - utilizzando il piede di porco prelevato dall’officina - per poi fare razzia di tutto ciò che poteva prelevare. Accortosi delle videocamere, l’operaio le ha distrutte, poi ha estratto il disco della registrazione per eliminare le prove. Dopo un tentativo, vano, di aprire la cassaforte al primo piano, il ladro se ne va con gioielli, contanti, e biancheria intima femminile. 

Il colpo di scena qualche giorno più tardi: un contadino nel falciare l’erba di un prato ha trovato un dischetto e l’ha consegnato ai carabinieri di Lumezzane. Integro, il disco contiene le riprese del furto ai due fratelli, convocati in caserma per essere messi a conoscenza della storia. Impossibilitati per legge a licenziare l’operaio-traditore, e a riavere la refurtiva (già ceduta ai ricettatori), i due imprenditori lo hanno già perdonato e si dicono pronti a riaccoglierlo in azienda. Ma lui per ora preferisce di no. La notizia è riportata sulle colonne del Giornale di Brescia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipendente ruba ai titolari in vacanza. Loro lo perdonano

BresciaToday è in caricamento