La bimba ha fretta di nascere, la mamma partorisce durante la corsa in ospedale

E' andata bene, per fortuna: mamma e bimba sono al Civile sane e salve. La piccola aveva fretta di nascere: è venuta alla luce tra Lumezzane e Gardone

Aveva proprio fretta di nascere la bimba che lunedì sera a mezzanotte ha visto la luce sulla strada che da Lumezzane porta all'ospedale di Gardone Valtrompia: la piccola sta bene, e con lei la mamma, ora sono entrambe ricoverate al Civile e tenute sotto osservazione.

E' stata la giovane donna ad allertare il 112, a chiedere l'intervento di un'ambulanza per il trasporto in ospedale, quasi sicura ormai di essere pronta a partorire. Fin troppo pronta: durante il viaggio i medici si sono accorti che il tempo stava per scadere.

Hanno chiesto allora l'intervento di un secondo mezzo di soccorso, attrezzato anche per i parti in “movimento”. Non ce n'è stato bisogno: quando la seconda ambulanza è arrivata, la mamma aveva già partorito.

Troppa fretta di mettere la testa fuori e conoscere il mondo: la piccola è nata con parto naturale, e senza alcuna complicazione. Non senza un grande spavento per la mamma, e il pronto intervento dei soccorritori che erano con lei, che di fatto l'hanno aiutata a partorire. Una storia a lieto fine, per fortuna.

Potrebbe interessarti

  • Rimedi naturali per far passare la sbornia

  • Attenzione al ragno violino: cosa fare in caso di morso

  • La ciclabile dei sogni batte ogni record: in un anno visitata da 325.000 persone

  • Mangiare piccante fa bene o fa male? Tutti i segreti del peperoncino

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago da tre giorni, ritrovato sano e salvo

  • Esce di casa e scompare: trovato morto nel lago

  • Scendono dall'auto in panne, travolti e uccisi sulla Statale: morti due ragazzi

  • Sfonda il parabrezza, sbalzato sull'asfalto per diversi metri: muore a soli 26 anni

  • Orribile tragedia sulla strada: muore con la testa schiacciata dal camion

  • Tenta il suicidio buttandosi dal terzo piano, grave un ragazzo

Torna su
BresciaToday è in caricamento