Vandali e ladri: scuola devastata nella notte

Non si tratta del primo episodio, purtroppo: in attesa di capire come proteggere gli edifici, cresce la preoccupazione tra genitori ed amministrazione

Vandali a scuola: immagine di repertorio

Terzo colpo nel giro di sole tre settimane. A distanza di pochi giorni dal primo raid, effettuato a marzo, i ladri-vandali tornano in azione a Lumezzane. Oltre ai danni all'edificio, da registrare il furto di ben sei computer portatili e una macchina per il caffè. 

Il primo colpo è stato mezzo a segno a metà marzo presso la scuola elementare «Maestra Seneci» di via Partigiani a San Sebastiano di Lumezzane: scassinati armadi e cassetti, e muri imbrattati con la bomboletta. Pochi giorni dopo, nella notte tra il 2 e il 3 aprile, toccò alla vicina scuola media, dove oltre ai danni vennero rubati alcuni computer, tra i quali quello destinato alle attività con i disabili. 

Ora, nella notte tra giovedì e venerdì, il terzo colpo, di nuovo nella elementare «Maestra Seneci». Il modus operandi è purtroppo lo stesso: entrati senza danni evidenti alle porte o alle finestre, i ladri hanno imbrattato le pareti e le porte dei corridoi con disegni e scritte (e parolacce), dopodiché se ne sono andati con un ricco bottino di sei computer portatili e una macchina per il caffè. A differenza delle prime due incursioni, potrebbe esserci però un elemento utile nelle indagini per dare un nome ai ladri: il ritrovamento di una borsa forse abbandonata dagli stessi malviventi sul luogo del reato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morta la piccola Nina: "Vola per sempre amore mio, la mamma arriva presto"

  • Fine settimana in Franciacorta per Belen Rodriguez e Stefano De Martino

  • "Amore mio, sposiamoci", ma in realtà gli deve un debito per la cocaina

  • 13enne ruba 9mila euro in casa propria, poi subisce la rapina da due amici

  • Auto sbatte contro il guard rail e si ribalta: morto un bambino, ferite due ragazzine

  • Infarto nel parcheggio dell'ospedale: morto ex preside e sindaco bresciano

Torna su
BresciaToday è in caricamento