Una vita per la famiglia e l’azienda, morto l’imprenditore Domenico Alberti

Centinaia di persone ai funerali di Domenico Alberti, morto nei giorni scorsi a 85 anni. A Lumezzane lo conoscevano tutti: ha fondato una ditta di trasporti: al volante dei suoi bus ha accompagnato generazioni di studenti e sportivi lumezzanesi.

Domenico Alberti

Erano in tanti, tantissimi, giovedì mattina, nella parrocchiale di San Sebastiano per l’ultimo saluto al noto e amato imprenditore lumezzanese Domenico Alberti, morto pochi giorni fa a 85 anni. Per oltre mezzi secolo, è stato l’autista della Valgobbia: a bordo dei suoi bus sono salite generazioni di studenti e di sportivi.

Aveva fondato l’omonima azienda di trasporti nel 1965, inizialmente per occuparsi del trasporto degli operai nelle varie ditte della valle. Nel 1974 la ditta si ingrandisce con l’acquisto del primo bus adibito al servizio di trasporto di alunni e successivamente degli sportivi, non solo Valgobbini. Un’attività - premiata anche dalla regione Lombardia nel 1979 ha conferito alla Alberti Bus il premio ‘Qualità e Cortesia’ - ora in mano ai figli Giancarlo e Alessandra.

Tanti i messaggi di cordoglio circolati in rete: “Con la scomparsa di Domenico Alberti, se ne va un altro pezzetto della Lumezzane più laboriosa e intraprendente” scrive Alberto; “Il suo ricordo rimarrà vivo nei nostri cuori ripensando ai bei tempi della scuola” aggiunge Francesca. Lo piangono la moglie Rosi, i figli Annalisa, Alessandra e Giancarlo e gli adorati nipotini.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale: un morto, un ferito grave e 8 chilometri di coda

  • Pontevico, apre nuovo supermercato ALDI: tutte le informazioni

  • Si schianta in moto, ragazzo finisce sotto un camion: è gravissimo

  • Malore al volante, si schianta nel campo e muore: a bordo dell'auto anche moglie e amici

  • Per la figlia avuta da Renga, Ambra sogna un futuro da Aurora Ramazzotti

  • Stroncata dalla malattia, muore madre di famiglia: lascia il marito e due figli

Torna su
BresciaToday è in caricamento