Cronaca

Decapitano una pecora con una motosega: testa insanguinata davanti alla porta di casa

L'episodio nella notte tra sabato e domenica a Lumezzane. Luigina Pasinetti, la signora che gestisce la cascina teatro del macabro gesto, non riesce a darsi pace per quanto accaduto

Lumezzane

Difficile spiegare il gesto di efferata e macabra violenza compiuto nella notte tra sabato e domenica a Lumezzane.

In località 'Costa', la signora Luigina Pasinetti gestisce in comodato gratuito assieme al marito una graziosa cascina e un piccolo appezzamento di terra, dove hanno trovato rifugio gatti, cani, galline, conigli, qualche tacchino. Fino a tre giorni fa c'era anche Giulietta, una pecora di 7 anni a cui i due coniugi erano molto affezionati.

Rivoltella: trafiggono per gioco
con delle frecce dei coniglietti

Durante la notte del 18 maggio, però, qualcuno è entrato nel recinto e, dopo aver braccato l'animale, l'ha decapitato utilizzando una motosega.

Il giorno seguente, quando la signora Luigina è tornata alla cascina per dar da mangiare agli animali, ha dovuto assistere alla scena straziante della testa mozzata che, in una pozza di sangue, giaceva ben in vista davanti alla porta d'ingresso della cascina.

La donna ha subito chiamato i carabinieri, sporgendo denuncia per l'accaduto, ma ancora non riesce a darsi pace per l'atroce fine della sua Giulietta.

Gli inquirenti stanno vagliando le riprese delle telecamere di video-sorveglianza presenti nella zona. Il corpo straziato della pecora è stato ritrovato in mezzo a un prato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decapitano una pecora con una motosega: testa insanguinata davanti alla porta di casa

BresciaToday è in caricamento