Cronaca

I cani antidroga annusano zaini e studenti: 8 classi passate al setaccio

Blitz, a sorpresa, della Polizia locale in due istituiti superiori di Lumezzane: scovati alcuni residui di hashish su alcuni zaini

Una visita e un’evacuazione a sorpresa. Non un’esercitazione, ma un controllo antidroga: gli studenti di 8 classi di due istituti di Lumezzane hanno dovuto lasciare banchi, zaini e giubbini e uscire velocemente delle aule. Al loro posto in classe sono entrati gli agenti della polizia Locale di Lumezzane e i cani dell’unità cinofila di Gardone Val Trompia. 

Banco per banco, zaino per zaino: i nasi esperti dei cani antidroga hanno fiutato 4 classi dell’istituto professionale Don Tedoldi e altrettante dell’Itis Primo Levi. I blitz sono scattati nella mattinata di martedì: la buona notizia, per insegnanti e studenti, è che a scuola non è stato trovato praticamente nulla. Solo qualche zaino ha destato qualche sospetto, perché ancora odorava di hashish: sui rispettivi proprietari saranno quindi svolti altri accertamenti.  

“L’obiettivo di queste ispezioni, oltre all'individuazione di sostanze stupefacenti come la cannabis, è soprattutto quello di disincentivare qualsivoglia attività di consumo o di spaccio di droga nelle scuole lumezzanesi. Dopo i controlli non è stato rinvenuto alcun stupefacente tra i banchi, gli zainetti o i giubbini degli studenti controllati”,  ha confermato il primo cittadino di Lumezzane Josehf Facchini con un post su Facebook. 

E il blitz non resterà isolato: "Educare i ragazzi significa anche far capire loro che con gli stupefacenti non si scherza e che il rischio è, come sappiamo tutti, molto alto per la vita. Per questa ragione i controlli continueranno nel corso dell'anno scolastico", ha concluso il sindaco.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I cani antidroga annusano zaini e studenti: 8 classi passate al setaccio

BresciaToday è in caricamento