rotate-mobile
Cronaca Lumezzane / Via Virgilio Montini

Rifiuti altamente pericolosi: azienda sotto sequestro

Acidi, cromo esavalente, solventi e cianuri trattati irregolarmente

Un pericolo grave, per l'ambiente e per i dipendenti dell'azienda. Polizia giudiziaria dell'Arpa e carabinieri forestali nella giornata di ieri, venerdì 20 gennaio, hanno messo sotto sequestro una ditta di Lumezzane. Il blitz è proseguito in altre due aziende della zona, dove sono state riscontrate altre irregolarità. L'operazione, condotta da quattro tecnici di Arpa Brescia e da 10 carabinieri forestali, si inserisce nella scia delle svariate segnalazioni che hanno denunciato sversamenti (soprattutto nel Gobbia) e situazioni di pericolo per l'ambiente altamente industrializzato della Valtrompia. 

Nell'azienda di via Virgilio Montini finita sotto sequestro, i tecnici - coadiuvati per l'indagine dagli agenti del secondo nucleo elicotteristi di Orio al Serio - hanno trovato circa 40 metri cubi di liquido inquinante (soluzioni acide e corrosive, cromo esavalente, solventi e cianuri) conservati in serbatoi e vasche non conformi alla concessione. Sui bagni galvanici inoltre mancavano gli impianti di aspirazione obbligatori, e il pavimento in cemento era corroso da soluzioni acide che finivano dunque nel terreno. 

Nelle altre due aziende controllate - e multate - è stata riscontrata la presenza di rifiuti irregolari. I tre imprenditori coinvolti dovranno rispondere a vario titolo di gestione illecita di rifiuti pericolosi, irregolarità nelle vasche di laminazione e sversamento di reflui industriali nella fossa biologica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti altamente pericolosi: azienda sotto sequestro

BresciaToday è in caricamento