Assume un pizzaiolo e gli presta l'auto: lui gliela ruba

Tradite la fiducia e la generosità del titolare di una pizzeria di Lumezzane, che - beffa nella beffa - si è visto recapitare a casa multe per eccesso di velocità e per un pieno non pagato

Brutta disavventura per il titolare di una pizzeria di Lumezzane, in parte tradito da un eccesso di fiducia. Dopo aver assunto un nuovo pizzaiolo in vista della maggior affluenza natalizia, gli ha gentilmente prestato l'auto per recarsi al lavoro dalla vicina Sant'Apollonio (distante circa 3 km), in attesa che il neoassunto si sistemasse con una soluzione alternativa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All'inizio nessun problema: anzi, un lavoratore modello. Poi l'improvvisa scomparsa, automobile inclusa. Passati tre giorni senza avere sue notizie, l'uomo decide di andare a sporgere denuncia dai carabinieri.

La prima traccia emerge a Rovato, per un pieno di benzina non pagato seguito da una fuga a tavoletta. Passano altri giorni, ed ecco una multa di 263 euro per eccesso di velocità, a cui ne seguirà subito un'altra. Ma del ladro, intanto, ancora nessuna notizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane papà stroncato dal Coronavirus: Alessandro aveva solo 48 anni

  • Coronavirus: giovane direttrice di banca trovata morta in casa dal fratello

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune

  • Economia bresciana in lutto: è morto l'imprenditore Giuliano Gnutti

  • "Hai combattuto da eroe": addio a Marco, morto a soli 43 anni

  • Coronavirus, nel Bresciano quasi 7000 casi e oltre 1000 decessi

Torna su
BresciaToday è in caricamento