menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto © Gatta/Bresciatoday.it

Foto © Gatta/Bresciatoday.it

Era uscito per una passeggiata: sparito nel nulla, 80 volontari per cercarlo

Ancora nessuna notizia di Luigi Pilenghi, l'anziano di Villanuova – da tutti conosciuto come Gino – che non torna a casa da sabato pomeriggio

Sono riprese martedì mattina all'alba le ricerche di Luigi Pilenghi, da tutti noto come Gino, l'anziano di 88 anni di Villanuova sul Clisi di cui non si hanno più notizie ormai da sabato pomeriggio. Era uscito per una passeggiata, come faceva quasi tutti i giorni, dalla sua abitazione di Via Legnano per raggiungere i sentieri del Monte Covolo, che frequentava da una vita.

Scomparso da sabato, l'allarme dei familiari

Non vedendolo rientrare, intorno alle 16 i familiari hanno dato l'allarme: già in serata era stato allestito il centro operativo nella palestra comunale di Via Silvio Pellico. Da allora, e senza sosta, fino a 80 tecnici e volontari sono impegnati nelle sue ricerche. Sia in terra, con i cani molecolari e le unità cinofile, il Soccorso Alpino, i Vigili del Fuoco, i Carabinieri e la Polizia Locale, che in cielo con i droni e l'elicottero Drago 82.

Ad oggi nessuna traccia, e sono già passate tre notti (tra cui due sotto la pioggia battente). La famiglia aspetta con ansia una buona notizia, ma il passare delle ore non fa che complicare le cose. Gino Pilenghi è uscito di casa indossando un maglioncino a strisce grige, pantaloni grigi, scarpe da tennis e berretto.

I gruppi impegnati e l'organizzazione delle ricerche

Le ricerche coinvolgono anche gli specialisti del Tas, il Servizio di topografia applicata al soccorso, e del Saf, il Nucleo speleo alpino fluviale dei Vigili del Fuoco, oltre che i gruppi di Protezione civile di Brescia Val Carobbio, Calcinato, Castenedolo, Gavardo, Roè Volciano e appunto Villanuova, il Soccorso alpino di Valle Sabbia e Valtrompia. Anche il sindaco Michele Zanardi è impegnato in prima linea nel coordinare le ricerche. Lunedì ci si è dedicati in particolare alle zone impervie, martedì si prosegue ispezionando il "bosco profondo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    Giornate FAI di Primavera 15 e 16 maggio 2021

  • Concerti

    Brescia: Omar Pedrini alla Latteria Molloy

  • Attualità

    Brescia vince il premio "Città italiana dei giovani 2021"

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento