rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Cronaca Offlaga

Schiacciato dall'albero che stava tagliando: Gino è morto sul colpo

Ucciso dalla pianta che stava tagliando

Travolto e ucciso dall'albero che stava tagliando, sul ciglio della Strada provinciale 668 a Cignano di Offlaga, nelle campagne che conosceva bene e in cui aveva vissuto per una vita intera: questo il triste destino di Luigi Conti, 77 anni, per gli amici semplicemente Gino. E' morto sul colpo per l'impatto con un pioppo alto diversi metri: secondo quanto ricostruito dai carabinieri, intervenuti per i rilievi del caso, il 77enne avrebbe agganciato l'albero - in parte già tagliato - al suo trattore, per abbatterlo. Ma dopo qualche manovra ne sarebbe stato travolto.

Forse - ma è soltanto un'ipotesi - Luigi Conti potrebbe essere sceso dal mezzo agricolo per verificare cosa stesse succedendo: tale circostanza gli sarebbe stata fatale. L'allarme è stato lanciato poco prima delle 16.30 da alcuni automobilisti di passaggio. All'arrivo dei soccorsi - sul posto l'automedica e un'ambulanza dei volontari di Dello - Gino però era già morto.

Giovedì il funerale

Sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco, per liberare il corpo ormai senza vita del pensionato dalla morsa della pesantissima pianta. La salma è stata ricomposta e affidata alle onoranze funebri Pini: chiara la dinamica, non ci sarà bisogno di ulteriori accertamenti medico-legali. Lascia nel dolore la moglie Gabriella, le figlie Anna e Loredana, i nipoti: il funerale sarà celebrato giovedì mattina alle 10 nella chiesa parrocchiale di Cignano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schiacciato dall'albero che stava tagliando: Gino è morto sul colpo

BresciaToday è in caricamento