Medico e professore universitario, muore a 57 anni stroncato da un male incurabile

Aveva solo 57 anni il prof. Luigi Fabrizio Rodella, presidente del corso di Medicina e chirurgia all'Università di Brescia. Giovedì i funerali

Il mondo accademico e scientifico è in lutto per la scomparsa del professor Luigi Fabrizio Rodella, morto a soli 57 anni dopo aver lottato a lungo con una terribile malattia, che purtroppo non gli ha lasciato scampo. Lo piangono la moglie Simona, la madre Angela Maria, l'amica e collega Rita: i funerali saranno celebrati al cimitero di San Zeno Naviglio, dove abitava, giovedì mattina alle 10. Il corteo partirà dal Civile.

Il ricordo dell'Università di Brescia

Volto più che noto di ospedali e università italiane, era presidente del corso di studio in Medicina e chirurgia all'Università di Brescia, e professore ordinario di Anatomia umana. Laureato in Medicina e in Scienze biologiche, con specializzazione in Patologia generale, Rodella aveva insegnato non solo a Brescia ma anche a Chieti, Milano e alla Sapienza di Roma.

Anche l'ateneo bresciano si unisce al cordoglio di amici e familiari: il rettore Maurizio Tira e il direttore del dipartimento di Scienze cliniche e sperimentali, Maurizio Castellano, in una nota si uniscono “a tutto il personale del dipartimento e all'intera comunità accademica nel dolore per la scomparsa del prof. Luigi Fabrizio Rodella”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il cordoglio dei suoi amati studenti

Classe 1962, ha insegnato finché la malattia gliel'ha consentito. Ai saluti istituzionali, arrivati a decine, non mancano i ricordi di amici e studenti: “Grazie prof per tutto quello che ci hai insegnato – scrive Valentina – e per essere stato in grado di farci comprendere e soprattutto ricordare la complessità dell'anatomia umana. Con il suo cinico sarcasmo e la sua simpatia pungente ha lasciato in noi un ricordo indelebile: porteremo la sua memoria nei nostri cuori. Faccia buon viaggio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 18 ottobre: le nuove misure della stretta in arrivo oggi

  • Tentato suicidio a scuola: ragazzina si butta dal balcone

  • Nel Bresciano 35 contagi in 24 ore: i nuovi casi Comune per Comune

  • Coprifuoco in tutta la Lombardia, ok del governo: dalle 23 stop attività e spostamenti

  • Brescia: è morto il papà di Francesco Renga, aveva 91 anni

  • Covid, nuova ordinanza della Regione per locali, sport, Rsa e scuole: cosa cambia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento