rotate-mobile
Cronaca

È stata un'esecuzione: prima tre spari, poi il colpo di grazia alla testa

Brutalmente freddato dalla vicina di casa

Dopo l'autopsia, il nulla osta alla sepoltura: saranno celebrati mercoledì mattina – alle 10.30 nella parrocchia di San Pietro Apostolo a Treviglio – i funerali di Luigi Casati, il metalmeccanico in pensione di 61 anni brutalmente freddato dalla vicina di casa Silvana Erzembergher, arrestata per l'omicidio dell'uomo e per il tentato omicidio della moglie di quest'ultimo, la 57enne Monica Leoni, colpita a una gamba e ancora ricoverata al Papa Giovanni di Bergamo (ma ormai fuori pericolo).

Casati oltre alla moglie lascia nel dolore il figlio Emanuele e il fratello Luca. La salma riposa nella Casa funeraria Rivoltella di Treviglio, in Via Terracini. L'esame autoptico, eseguito in ospedale dal medico legale Luca Tajana, ha permesso di ricostruire con esattezza la dinamica dell'omicidio. Il 61enne è stato raggiunto da quattro colpi di pistola, di cui due al petto, uno alla coscia e l'ultimo alla testa.

La ricostruzione dell'omicidio

A sparare è stata la 71enne Silvana Erzembergher, per futili motivi: si sarebbe scatenata una lite per l'abbaiare del cane della coppia. L'ennesimo litigio, stavolta sfociato in tragedia: gli inquirenti ipotizzano si sia trattata di una vera e propria esecuzione, compiuta con la pistola che la donna – che a breve sarà trasferita in carcere – deteneva regolarmente per uso sportivo. Non è chiaro però se il porto d'armi era stato rinnovato, anche a seguito di una precedente aggressione (pare avesse inseguito e colpito Monica Leoni con un bastone in legno, forse un ramo).

L'omicidio si è consumato alle 7.30 di giovedì scorso, all'ingresso della palazzina di Via Brasside dove i tre vivevano. Erzembergher avrebbe prima colpito e ucciso Luigi Casati, sparando anche un colpo alle spalle, morto sul colpo: la moglie Monica è stata invece ferita a una gamba, è rimasta a vegliare il marito ormai deceduto fino all'arrivo di ambulanza e carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È stata un'esecuzione: prima tre spari, poi il colpo di grazia alla testa

BresciaToday è in caricamento