rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Esine

Morto imprenditore del Bresciano: guidava un impero con un fatturato da oltre 200 milioni di euro

Si è spento, a 85 anni, Luigi Buzzi: nel lontano 1973 aveva fondato il gruppo Lucefin

Varca ampiamente i confini provinciali il cordoglio per la scomparsa dell’imprenditore Luigi Buzzi. Il fondatore del gruppo Lucefin si è spento nella notte tra venerdì e sabato: aveva 85 anni. Milanese di nascita - era nato a Desio nel 1936 - ma camuno d’adozione: era approdato in Valle Camonica nei primi anni ’70, per l’acquisizione della Trafix di Esine, e non se n’è più andato.

Nel 1973 aveva fondato il gruppo Lucefin, player globale nella produzione e distribuzione di barre finite a freddo in acciaio con un fatturato annuale - prima della pandemia - da oltre 200 milioni di euro. Aveva guidato la realtà siderurgica fino a pochi anni fa, lasciando poi le redini al figlio Giorgio, attualmente a capo del neonato gruppo Trafilix industries, che riunisce Lucefin di Esine, Tre Valli Acciai di Berzo Inferiore e il polo distributivo di Cividate Camuno.

In valle lo conoscevano e apprezzavano tutti: la sua realtà industriale ha dato lavoro a centinaia di persone. “Ha fatto grandi cose e non sarà dimenticato. Oggi se ne va la parte più importante di noi e della nostra storia”, scrive il Gruppo Lucefin annunciando la scomparsa del fondatore.
“Un grande uomo, molto solidale e generoso”, si legge sui social. “Era di poche parole ma quelle erano sagge e di grande interesse”, ricorda un conoscente.

Oltre al mondo della siderurgia bresciana - e non solo - lo piangono la moglie Amalia e i figli Giorgio e Jose. L’ultimo saluto sarà celebrato nella chiesa della Madonna degli alpini di Boario alle 10.30 di lunedì. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto imprenditore del Bresciano: guidava un impero con un fatturato da oltre 200 milioni di euro

BresciaToday è in caricamento